Chi Sono

Er Pinto è un poeta anonimo, nato al Trullo quartiere periferico di Roma.
L’anonimato è una scelta di libertà grazie alla quale può svincolarsi dall’immagine e dal proprio nome reale per riuscire a proporre la sua vera essenza, la più interiore.

Libri e pubblicazioni

Inizia il suo percorso artistico entrando a far parte del collettivo “Poeti der Trullo” nel 2010 per poi uscirne sei anni dopo.
Scrive i suoi testi online e sotto forma di “Street Poetry” sui muri della città.

Nel 2015 pubblica in “Metroromantici”, la prima raccolta di poesie dei Poeti der Trullo, (al sesto posto assoluto nella classifica nazionale La Feltrinelli 2017) contenente anche il Manifesto del Metroromanticismo vero e proprio movimento letterario del quale è pioniere e precursore.

Nello stesso anno è tra gli organizzatori della terza edizione del “Festival Internazionale di Poesia di Strada” realizzato al Trullo, un festival indipendente che vede collaborare diversi poeti di strada e collettivi poetici italiani con alcuni Street Artist della capitale, trasformando il quartiere in uno dei quartieri simbolo della Street Art.

Nel 2017 inzia anche un altro percorso artistico basato sulla poesia, la calligrafia e l’illustrazione in collaborazione con Yest. Il duo si firma Point Eyes, semi-anagramma di Pinto e Yest.

Pubblica il suo primo libro da singolo dal titolo Il Peso delle Cose  raccolta del poeta anonimo contenente circa 50 inediti più una sezione fotografica dedicata agli Street Poetry attualmente in vendita in tutte le librerie.

Scrive per i disegni di Yest, testi e storia di un capitolo del fumetto collettivo “De Core” edito da “Edizioni Il Galeone”.

Tra gli artisti di strada collabora con Solo , Aladin, El Nino de Las Pintura, Yest,  Andrea Gandini.

Oltre ad esporre in varie mostre collettive dell’underground romana, nel 2019 espone a Praga ospite della “On the Wings of Freedom”  rassegna organizzata dall’ Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata Italiana.

Parole in musica

Nel corso degli anni collabora anche con vari artisti in ambito musicale, Emilio Stella mette in musica e canta un suo testo che prende il titolo di  “E io te amo” (2015).
Nel 2020 esce un altro singolo “Cosa Rimane” , scritto a quattro mani sia per quanto riguarda il testo che per quanto riguarda la linea melodica, il brano è ispirato dalla “Fontana chiara un poco dolce e un poco amara” di Rino Gaetano.

Con Emilio Stella e Ariele Vincenti va in scena con vari spettacoli teatrali tra cui “Tutte le strade portano ar Core” un viaggio in musica e poesia dalla periferia al cuore della città e “Ago – Capitano Silenzioso”, la storia di Agostino Di Bartolomei, l’ex capitano giallorosso degli anni ’80 morto suicida nel 1994. (2019)

Dopo aver inserito alcuni suoi testi all’interno dello spettacolo musicale “Bella,Gabriella!” , un omaggio a Roma e a Gabriella Ferri, Giulia Ananìa inserisce due testi de Er Pinto all’interno dell’album “Come L’Oro”, rispettivamente Goccia letta da Michele Botrugno e Pagine letta da Francesco Montanari.

Nel 2018 vanta di due importanti collaborazioni.
Il featuring con Piotta, title track del suo nuovo album “Interno 7” dove registra per la prima volta la propria voce.

Inoltre è coautore del testo di “Storia di una lunga guerra” (video) pezzo che funge da intro e da doppio-singolo lancio dell’ultimo album dei Colle der Fomento dal titolo Adversus.

Nonostante l’anonimato compare fisicamente in tre video musicali:
Dj FastCut – Poeti estinti feat. Danno, Rancore, Rockness Monsta & Mic Handz
Macro Marco – XL feat. Don Diegoh & Dj Shocca aka Roc Beats (Official Video

Nel video di Ligabue – Siamo chi siamo compare la foto di un suo Street Poetry tra una vasta selezione di scritte fatte sui muri.

Le poesie de Er Pinto sono state lette nel corso degli anni in molte occasioni, su diversi palchi da molteplici personalità.

HANNO PARLATO DI ME

https://roma.repubblica.it/cronaca/2015/10/15/news/trullo_versi_e_street_art_al_festival_internazionale_di_poesia_di_strada-125160794/

https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/07/24/news/roma_al_trullo_la_pastasciutta_antifascista_dell_anpi_per_ricordare_il_25_luglio-231900772/

https://video.repubblica.it/edizione/roma/roma-a-trastevere-gli-street-artists-insieme-in-difesa-dell-ambiente/352781/353351

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: