Ponte Sisto

Su Ponte Sisto c’ho comprato er fumo
In mezzo a quei colori così belli
In mezzo a li tamburi e li spinelli
Cor Biondo sotto che riscore ancora

De fianco ar murajone c’è ‘n battello
Schiacciando il sampietrino lucidone
Lo vedo in mezzo ar volo de n’ucello
Insieme a quarche tetto e ar Cuppolone

Er bongo me scombussola er cervello
‘Na bionda m’aricorda un ritornello
La lingua estranea infrocia co’ ‘n coattello
Co’ la cavija scoperta e cor borzello

Un cane fiuta e segna er territorio
De fronte c’è la Piazza der Poeta
Attreversanno sopra l’acqua quieta
Sur marmo più prezioso dell’avorio

Sembra più lungo se lo fai de giorno
‘Sto Ponte che da ‘n Papa prenne er nome
Se ce passi te rincanti e guardi ‘ntorno
L’hai attraversato senza sape’ come

Er Pinto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.